La differenza tra farfalle e falene: scopriamo questi animali

By | aprile 20, 2017

INFORMAZIONI BIOLOGICHE

Le farfalle possono avere un’apertura alare di oltre 24 cm. Tuttavia, la maggior parte di esse misura circa 5 cm di lunghezza. Le ali sono coperte di un doppio strato di squame. La famiglia della papillonoidea include sia le falene sia le farfalle e comprende più di 140.000 specie per 70 famiglie.

La falena e la farfalla sono molto diverse per aspetto e abitudini. La farfalla è una creatura diurna, mentre la maggior parte delle falene vola di notte e ha un corpo tozzo e coperto di peli.

Quando è a riposo, le sue ali si appiattiscono. La farfalla, invece, è esile, colorata e, quandoè a riposo, tiene le ali in posizione verticale. Nasce da una crisalide dura, mentre la falena costruisce un bozzolo setoso. I miti e i tratti associati a quest’ultima sono leggermente diversi da quelli associati alla farfalla. Ecco perché la falena si trova in un capitolo a parte.

HABITAT

La farfalla si è adattata soprattutto a nutrirsi di nettare. La glossata (lingua) ha una lunga proboscide ed essa vive ovunque ci siano fiori. Ci sono più specie di farfalle in Europa che non nelle Americhe. Come molti altri insetti, si sono diffuse in lungo e in largo e si possono trovare a nord fino nelle regioni canadesi della tundra.

CARATTERISTICHE

Ogni farfalla attraversa tre stadi diversi i primi due sono il bruco e la crisalide prima di raggiungere la maturità.

E un animale migratore il monarca, una farfalla americana, percorre migliaia di chilometri dal suo luogo di riposo invernale in Messico fino alla sua destinazione finale in Canada. A volte questo duro viaggio coinvolge intere generazioni: la femmina depone le uova, muore e i nuovi nati riprendono la strada non appena sono in grado di farlo. Il tragitto da seguire sembra essere tra’ mandato geneticamente.

Estratto tratto da “il dizionario magico degli animali”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *