Il cinghiale nelle leggende e nell’arte: un animale importante!

By | aprile 26, 2017

Il pecari figura nell’arte maya, in un periodo in cui è stato addomesticato. Il maiale rappresentava una fonte di sostentamento e nutrimento ed era considerato sacro. I teschi ritrovati negli scavi archeologici erano intagliati con figure umane e di giaguaro.

Essendo una specie limitata ad un piccolo angolo degli Stati Uniti, compare in poche leggende americane e viene messo in relazione con i felini, in quanto era una loro preda Al maiale selvatico veniva attribuita la velocità, il sacrificio di sé e l’allarme, perché se qualcuno lo attaccava, i suoi grugniti avrebbero avvertito gli altri del pericolo.

Il cinghiale ha avuto una grande notorietà nel Vecchio Mondo. Il suino nero della mitologia egizia era il dio Seth, che si trasformò in cinghiale per scagliare un dardo di fuoco nell’occhio di Horus. Di conseguenza, fu maledetto da Ra e la sua carne venne ritenuta impura. La concezione secondo cui il maiale era inadatto come cibo per l’uomo, fu adottata dagli ebrei e in seguito dai musulmani. In Siria e Palestina mangiarne era considerato un abominio.

Si dice che il cinghiale abbia travolto a morte sia Atteone, divinità frigia, che quella grecaAdone le cui storie hanno molti punti in comune, tra cui il fatto che vengono entrambi puniti perché nati da un rapporto incestuoso. Il cinghiale, quindi, dispensa giustizia.

La maggior parte del simbolismo del cinghiale viene dai Celti che lo mettevano in relazione con la battaglia e la leadership. Il cinghiale dava forza e coraggio e sognarlo o vederlo in una visione, indicava il guerriero o la guerra. La sua comparsa ad Isotta preannunciò la prossima morte di Tristano.

Da “Dizionario magico degli animali (newton)”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *