Caratteristiche e comportamenti del castoro: un animale amico dell’ambiente

By | aprile 20, 2017

INFORMAZIONI BIOLOGICHE

L’armadillo appartiene alla famiglia dei bradipi. La sua lunghezza oscilla da 615 a 800 mm. Ha corpo, testa e coda ricoperti di scaglie e una serie di nove (a volte meno) bande corazzate a protezione del corpo. Al di sotto della corazza, infatti, è tenero. I peli sono radi e di colore marrone, rossiccio o giallo.

HABITAT

Unico animale corazzato del Nordamerica, l’armadillo predilige i letti dei fiumi e i terreni sabbiosi in cui può scavare. Non va in letargo, ma non può resistere al freddo glaciale. Un tempo il suo territorio era limitato alla Florida, nell’angolo sudorientale degli Stati Uniti, ma nell’ultimo secolo si è allargato, probabilmente anche a causa di un riscaldamento globale del clima. E diffuso sia ad ovest sia a nord, in Georgia, Carolina del Nord e del Sud, Louisiana, Texas e Oklahoma. Si può trovare (anche se raramente) a nord fino al Kansas.

CARATTERISTICHE

L’armadillo predilige le aree con terreno ampio e sabbioso in cui può scavare. L’entrata della sua tana, di forma oblunga, misura 15-20 cm circa. Si ciba di insetti e passa la maggior parte del giorno scavando e cercando cibo nel fango. Mangia formiche, vermi e ragni, ma anche astici, anfibi e piccoli rettili, che può però sostituire con bacche e frutta.

Si accoppia in autunno, ma l’inseminazione è ritardata di 14 settimane. L’ovulo si divide in quattro e la madre partorisce quadrigemini identici in marzo, dopo un periodo di gestazione di circa 150 giorni. Ipiccoli nascono con gli occhi aperti e già ben formati, miniature esatte dei loro genitori fatta eccezione per la pelle che impiega un po’ di tempo ad indurirsi.

È un animale sorprendentemente veloce, in grado di raggiungere una velocità di circa 40 km/h circa in brevi corse.

 

Tratto dal libro: dizionario magico degli animali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *